People in a building without the building

A CURA DI
Kunstverein Milano & Martina Angelotti

IN COLLABORAZIONE CON
Beatrice Catanzaro

INTERVENTI DI
Alterazioni Video, Giorgio Andreotta Calò, Lupo Borgonovo, Simone Brollis, Beatrice Catanzaro, Heman Chong, Leone Contini, Anna Franceschini, Riccardo Giacconi, Aldo Giannotti, Marcos Lutyens, Daniele Maffeis, Diego Marcon, Kinkaleri, Jacopo Miliani, Elena Nemkova, Ozmo, Parasite 2.0, Maria Pecchioli, Davide Savorani, Enzo Umbaca, Valentina Vetturi, Driant Zeneli.

PARTNER
Archistudio Architetti Associati

8 - 9.04.2016

24 ore prima della demolizione dello stabile della Ex Guarmet che darà vita ad un nuovo complesso edilizio People in a Building Without the Building è un progetto pensato come una multiversa azione collettiva, realizzata attraverso performance, interventi, sound pieces e djset.

La ex Guarmet per molti anni è stata luogo di produzione importante nella costruzione di stampi per gioielli di bigiotteria. A pochi mesi dalla sua chiusura, gli spazi conservano ancora l’anima e lo spirito di un formicolare espanso di mani, macchine e strumentazioni che in passato hanno alimentato l’immensa area di lavoro. Questa suggestione, luccicante, preziosa, di operosità e ingegno, è la base su cui nasce e si configura People in a building without the building.

People in a building without the building prende il titolo da un’opera di Aldo Giannotti che usa il disegno come strumento per immaginare possibili interventi e azioni che coinvolgono spazi e persone. Questa suggestione iconica che il disegno e il titolo ci aiutano a visualizzare, induce a pensare all’architettura stessa come a uno spazio mobile, suscettibile di interpretazione, e strumento malleabile su cui impostare e costruire pensieri e azioni diverse.

A poche ore di distanza dalla sua demolizione, lo stabile della ex Guarmet, diviene dunque il luogo dell’azione secondo cui la rappresentazione dello spazio è costantemente riconfigurata.
Gli interventi degli artisti coinvolti, insieme danno vita ad un’azione corale, dove si alternano specificità di linguaggio e pratiche che in molti casi gli artisti hanno ripensato in funzione di questo luogo.

Dalle ore 20 di venerdì 8 alle ore 20 di sabato 9, l'edificio si trasforma in un palcoscenico multilivello, dove si alternano performance e interventi giornalieri e notturni.

DJ _ Line Up
GIORGIO DI SALVO / DAVIDE GIANNELLA / MARCO FASOLINI
RELAAXXX > Matteo Erenbourg/Filippo Cali
and Special Guest

image: Aldo Giannotti, from the series People in a building without the building, 2016

PROGRAMMA

VENERDI/FRIDAY 8

22:15 ENZO UMBACA
Sincopato, così era il ritmo, 2016
Performance
in collaborazione con Andrea Mellace, Fabio Giannotti, Nicola Di Caprio, Thomas Umbaca

22:45 KINKALERI
Everyone gets lighter | all, 2015
performance di Kinkaleri conMarco Mazzoni

23:25 MARIA PECCHIOLI
Ersatz, 2016
performance | reading and songs
con la partecipazione speciale di Andrea Druga Franchi

00:15 -02:15 DANIELE MAFFEI
Naked Dancefloor - strictly restricted club;
performance
only naked people allowed on the dance floor
Dj resident Zingaro | new wave minimal wave
(cloakroom inside)

SABATO 9 / SATURDAY 9

14:30 BEATRICE CATANZARO
Workshop > non violent comunication

open to participants

19:00 ALTERAZIONI VIDEO
Demolition control, 2016
azione/action

VENERDI 8 e SABATO 9
azioni continue di

DAVIDE SAVORANI
CuZn15, forse e non solo, 2016
performance

ANNA FRANCESCHINI
Discolite, 2016
Performance for one dancer, a strobe light and some collapsible reflectors.
Performer: Laura Pante
Styling: MARIOS ­ Milano and Lori Girgenti

MARCOS LUTYENS
Sillage Underground Induction, 2016

LAV KONTINOVIC
Compro incubi, 2016
azione participativa