Books in residency#1

Books in residency è uno spazio che Careof dedica all'editoria d'arte e al libro d'artista, ospitando temporaneamente case editrici e programmi editoriali diversi all’interno del bookshop.

Per la prima residenza Careof ha invitato Kunstverein (Milano) ad abitare il bookshop con tutti i titoli di Kunstverein Publishing, la casa editrice comune a tutto il network Kunstverein (Amsterdam, Milano, New York e Toronto).

All’allestimento temporaneo si aggiungeranno altri progetti editoriali di artisti che utilizzano la carta stampata come parte della loro pratica artistica. Kunstverein (Milano) decide, infatti, di utilizzare la libreria come cornice per attivare un calendario di incontri e micro-eventi che rendano Books in residency uno spazio “vissuto e praticato”.

Programma

16 giugno 2015 | ore 19.00: Book | Cook | Book

Federico Cavallini (Italia, 1974), Juan Pablo Macías (Messico, 1974) insieme a Brice Delarue (Francia, 1981) raccontano, cucinando insieme, i loro nuovi progetti editoriali.

Brice Delarue, co-fondatore dello studio di design e progettazione Zirkumlex di Berlino, è il designer dei volumi dei due artisti.

“Il franco cacciatore” di Federico Cavallini (Kunstverein Publishing, Milano, 2015) è un libro che cataloga foglie cadute da un albero di pero che l'artista inizia a “cacciare” dal 2003. “Il franco cacciatore”, citando una raccolta di poesie di Giorgio Caproni a sua volta citazione della prima opera romantica tedesca di Carl Maria von Weber, è un libro anti-narrativo dove il tempo precipita in un loop visivo.

Juan Pablo Macías presenta “The Anarchist Doctrine Accessible to All”, un saggio di José Rodrigues Leite e Oiticica del1925, per la prima volta tradotto in inglese e pubblicato da “WORD+MOIST PRESS”, la casa editrice diretta dall'artista per promuovere e condividere testi inediti sull'origine del pensiero libertario e, come lui afferma, “stampare parole che non sono testo o legge, ma fiati del passato e del presente”.

I due artisti, insieme al Brice Delarue, confezioneranno un layout base di una edizione che sarà sviluppata da tutti i partecipanti dell'evento.
L'incontro si svolgerà prima e durante una cena.

07 luglio 2015 | ore 19.00

Nicola Gardini | Meri Gorni
Uno scrittore che dipinge e un’artista che scrive
Si parlerà di scrittura, di arte, di simmetrie e rispecchiamenti tra le varie forme del comporre.

L'artista Meri Gorni presenterà il suo libro "Come promesso" (Corraini Edizioni, 2013) pubblicato in occasione della mostra 'Andata e ricordo. Souvenir de voyage' al Mart di Rovereto. Nel libro, Meri Gorni, raccoglie lettere di donne che scrivono dalla loro camera d'albergo ad altre donne – scritte in diverse lingue e su carta intestata di hotel di tutto il mondo – e le affianca a ritratti di donne di diversa nazionalità, epoca ed età. Lettere intime, che vengono da lontano, testimonianze di cura, attenzione, di un impegno mantenuto: “Ti mando, come promesso, il mio ritratto”. Il libro diventa per l'artista un oggetto che contiene in se scrittura, lettura e immagine: "ogni libro che leggiamo aggiunge qualcosa alla conoscenza di noi stessi. Non si è mai uguali a prima dopo aver letto un libro. Scrivere è legare tra loro le immagini della memoria; è riscattare le vicende che nella realtà sono frammenti, sempre mancanti di qualcosa".
In occasione della presentazione sarà presentato il suo nuovo video "Vocabolario alla voce: essere".

Mari Gorni converserà con Nicola Gardini, autore di romanzi, poesie e saggi. Si parlerà di come costruire una trama o una metrica o un discorso sul senso della letteratura non siano cose diverse. "Comunque -spiega Gardini-si tratta di un costruire uno spazio di lettere dove si svolga una vicenda e qualcosa di inatteso avvenga.

Nicola Gardini ha pubblicato i romanzi "Così ti ricordi di me" (Sironi, 2003), "Lo sconosciuto" (Sironi, 2007 e BEAT 2012), "Le parole perdute di Amelia Lynd" (Feltrinelli, 2012, Premio Viareggio 2012) e "Fauci" (Feltrinelli, 2013); e il memoir "I baroni" (Feltrinelli, 2009 e 2012). Imminente "La vita non vissuta" (Feltrinelli), che ha in copertina un suo dipinto. Tra i saggi si ricorda: "Com’è fatta una poesia" (Sironi, 2007) e "Lacuna" (Einaudi, 2014). Tra le raccolte di poesia: "Atlas" (Crocetti, 1998), "Le nuvole" (Crocetti, 2007), "Le parti dell’amore" (sedizioni, 2010), "Stamattina" (Ladolfi, 2014) e "Tradurre è un bacio" (in corso di stampa).