A tavola con… Cantiere per pratiche non-affermative

UNA CONVERSAZIONE A CURA DI
Careof

MOSTRA - EVENTO A CURA DI
Connecting Cultures

CON LA PARTECIPAZIONE DI
Chiara Agnello (Careof), Dario Banfi (ACTA Associazione Consulenti Terziario Avanzato), ReRePre (Rete dei Redattori Precari), Vanni Pasca (AIS/Design Associazione Italiana Storici del Design) Riccardo Berrone, Federico Bovara, Elisabetta Calabritto, Stefano Capodieci, Luca Coppola, Bianca Elzenbaumer, Fabio Franz, Caterina Giuliani, e Giovanna Zanghellini (Cantiere per pratiche non-affermative).

25.05.2013

L'evento è nato in occasione di Milano & Oltre. Una visione in movimento

Careof, invitato a partecipare alla mostra-evento Milano & Oltre. Una visione in movimento, si racconta presentando un progetto che sostiene dal 2011, rappresentativo di una pratica di lavoro partecipativa e trasversale: Cantiere per pratiche non-affermative.
Cantiere per pratiche non-affermative è un gruppo di giovani designer nato durante una residenza d’artista a Careof, spazio d’arte non profit a Milano, nell’ambito di FDV Residency Program. Il nome ne sottolinea l’attenzione a problematizzare e costruire nuove narrative, orientandosi a sistemi di valore alternativi a quelli incorporati dall’attuale economia di mercato, nell’intento di ridefinire nuovi modelli di design dall’approccio critico.

Durante l’incontro, i membri del collettivo presentano e discuscutono i risultati di Designers’ Inquiry, un progetto-inchiesta sul profilo sociale ed economico del designer, iniziato ad aprile 2012 e concluso in occasione del Salone del Mobile 2013 con l’uscita della pubblicazione.
A partire dall’inchiesta e grazie ai contributi dei partecipanti invitati, l'incontro rappresenta un ulteriore tappa di un percorso articolato e volto a immaginare possibili modalità d'intervento necessarie a migliorare le condizioni socio-economiche dei designer in Italia, individuando possibili sinergie fra lavoratori della conoscenza attivi in ambiti diversi.

La modalità scelta è quella della discussione informale intorno al grande tavolo, in modo simile al format della conversazione intorno alla tavola da pranzo più volte organizzato dal collettivo nell’ambito della loro residenza presso Careof (A tavola con…).

Con il contributo del Comune di Milano e di Fondazione Cariplo

Bio

Cantiere per pratiche non-affermative è un gruppo di ricerca costituito da giovani designer nato in occasione di una residenza d’artista nell’ambito di FDV Residency Program con l’intento di ridefinire nuovi modelli di design dall’approccio critico. Come sottolinea il nome del gruppo, Cantiere per pratiche non-affermative è interessato non tanto alla produzione di oggetti, piuttosto di processi, linguaggi ed immaginari collettivi, sviluppando una modalità di lavoro che dalla prima base milanese (dove continuano a operare) si apre alle aule universitarie, all’editoria, ai festival. I format sono sempre diversi: dagli incontri intorno ad un tavolo da pranzo - A tavola con … - con rappresentanti del mondo del design, a seminari sull’immaginario sociale, sulle normative del lavoro freelance, passando per azioni di confronto su nuove forme di resistenza con Wu-Ming e Serpica Naro, sino alla creazione della Cantieroteca, archivio di pubblicazioni in espansione e punto di riferimento per questo tipo di ricerche.
<www.pratichenonaffermative.net pratichenonaffermative.net/inquiry>

AIS/Design (Associazione italiana degli storici del design) promuove gli studi storici del design in Italia.
www.aisdesign.org

ACTA (Associazione Consulenti Terziario Avanzato) è la prima associazione costituita in Italia per dare rappresentanza a professionisti del Terziario Avanzato come lavoratori autonomi: formatori, ricercatori, informatici, creativi e altre categorie di consulenti, generalmente operanti al di fuori di Ordini e Albi professionali, tutte accomunate dal fatto di rivolgersi a clienti che sono Imprese o Enti della Pubblica Amministrazione.
www.actainrete.it

ReRePre è una rete autoorganizzata di redattori editoriali precari con nodi a Milano, Bologna e Roma.
www.rerepre.org