Mauro Vignando • Abscence Bulletin

A CURA DI
Chiara Agnello

Dal 17.09.2009 al 31.10.2009

La nuova stagione espositiva di Careof apre con la mostra personale dell’artista Mauro Vignando, Absence Bulletin.

Raffinato, follemente logico e dal gesto asciutto, Mauro Vignando raccoglie in questo progetto una serie di nuovi lavori che condividono storie di assenza e di distanza.
Lo spazio espositivo è dominato dall’installazione La Chineserie, ricostruzione di quella che l'artista ha creduto per molto tempo essere una pizzeria cinese.

La riproduzione dell’incombente soffitto posticcio, illuminato da sette lampade, è una copia nata dalla semplice osservazione: sospesa a mezz’aria La Chineserie diviene un “supporto di atmosfera”, lasciando emergere la luce come elemento primario.
Il viaggio prosegue attraverso lavori di piccole dimensioni, in un percorso che si snoda tra tracce cariche di vissuto e indicazioni solo parzialmente svelate.

Obj Trv è il ready-made di una tabacchiera in metallo su cui si legge un'iscrizione incisa a mano, forse una dedica, ma cancellata con un punteruolo e resa illeggibile in modo irreversibile.
Ugualmente e irrimediabilmente persa è la giovinezza dei genitori dell'artista, rappresentati nel doppio ritratto fotografico Me. Attraverso la sovrapposizione dei tratti somatici dei loro volti, Vignando sembra generare un suo autoritratto impossibile, idealmente composto dalla “fusione” dei due genitori rappresentati in un’epoca precedente il loro incontro.
Anche gli ultimi due lavori, che attingono all’immaginario scientifico, introducono un elemento di disturbo e un margine d’incertezza.

In Biografia romanzata di Evariste Galoise una voce metallica legge un testo sullo scienziato visionario anticipatore di molti concetti della matematica moderna. Uno strano accento anglofono storpia le frasi e ne rende difficile la comprensione, creando uno scarto tra le parole scritte e quelle recitate.
"A due metri di distanza da uno specchio, l'immagine viene restituita con un ritardo di sedici nanosecondi": è la semplice nozione fisica riportata dall’opera 16ns.

 

Absence Bullettin fa parte di un più ampio progetto di promozione dell’arte italiana su cui si è focalizzata la programmazione 2009 di Careof, realizzato grazie al sostegno della Fondazione Cariplo. A novembre inaugurerà la tappa conclusiva di questa stagione di eventi: una selezione di artisti dall’Archivio DOCVA (Il Raccolto d’Autunno è stato Abbondante, 10.11>19.12.09), un progetto di Careof e Viafarini in collaborazione con l’ Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia a cura di Chiara Agnello e Milovan Farronato.

Con il contributo di Fondazione Cariplo   

Bio

Mauro Vignando (Pordenone 1969) vive e lavora a Milano.
Selezione recenti mostre personali. 2009: Réel, Galleria Lucie Fontaine, Milano; Hidden geometry, Placentia Arte, Piacenza. 2007: ZUDTQCSS, Spazio FVG, Villa Manin, Udine; Mauro Vignando, Room arte contemporanea, Milano.
Selezione recenti mostre collettive. 2009: _As you enter the exhibition you consider this a group show by an artist you don’t know by the name of Mr Rossi, Spazio Minerva, Milano; New Italians Epic, Brown space, Milano. 2008: Il rimedio Perfetto, Gal_leria Riccardo Crespi, Milano. 2007: A Certain Ratio, Room arte contemporanea, Milano.