Clemens Von Wedemeyer e Maya Schweizer • Metropolis. Report from China

A CURA DI
Chiara Agnello

CON IL SUPPORTO DI
Epson

Dal 21.10.2008 al 30.10.2008

Martedì 21 ottobre alle 18.00 Clemens von Wedemeyer discute con il pubblico il suo lavoro, in particolare Metropolis. Report from China (2006) realizzato in collaborazione con Maya Schweizer.

Il progetto nasce nel 2004 in occasione di un viaggio a Beijing e Shanghai dove gli autori si recano alla ricerca di un set per un remake del capolavoro di Fritz Lang (Metropolis 1927) Il risultato è un video che utilizza il format del documentario e lo scardina al tempo stesso, non per sostituirlo con la finzione, ma per far emergere la complessità del reale. L’opera è costruita attraverso le testimonianze di operai dei cantieri cittadini, scrittori e architetti responsabili della costruzione delle metropoli cinesi del XXI secolo, alternate a riprese originali di Lang e immagini delle città. Se da un lato gli autori tentano di dare una spiegazione alla crescita incontrollata, dall’altra riflettono sulle responsabilità della modernità e del progresso, sottolineando i punti in comune tra lo scenario urbano immaginato da Fritz Lang e quello della nuova Cina.

Considerato fra i video più rappresentativi di Clemens von Wedemeyer, Metropolis condensa alcuni degli elementi ricorrenti nel suo lavoro: il richiamo ai maestri del cinema, la comprensione del presente attraverso le referenze cinematografiche, la lettura della città come set, la dicotomia fra utopia e distopia, l’analisi delle relazioni fra spazio architettonico e comportamento sociale, fra pubblico e privato, fra verità e finzione.

Metropolis è prodotto con il sostegno del Centre national d’art et de culture Georges Pompidou, Parigi
www.villaromana.org

Con il contributo di Fondazione Cariplo e Regione Lombardia

Bio

Clemens von Wedemeyer (Gottinga 1973. Vive e lavora a Berlino) è attualmente in residenza presso Villa Romana a Firenze. Le sue opere sono state presentate in rassegne quali Skulptur Projekte Muenster 07, 4th Biennale of Contemporary art Berlin, T-Triennale Torino, Moscow Biennale of Contemporary Art 2005 e presso numerose istituzioni quali CGAC Santiago de Compostela, Argos - Centre for Art & Media Bruxelles, Kölnischer Kunstverein, CAC Brétigny-sur-Orge, PS1 MOMA New York, CCA Wattis Institute for Contemporary Arts San Fransisco, Hangar Bicocca Milano, Centre Georges Pompidou Parigi

Maya Schweizer (Maison Alfort, 1976. Vive e lavora a Berlino) ha ottenuto nel 2008 il Villa Aurora Artist Grand del Goethe-Institut di Los Angeles e la borsa di studio Karl-Hofer a Berlino. Ha presentato le sue opere a numerose mostre e festival internazionali, tra cui i Recontres Internationales del Centre Pompidou, il Museo Nacionale Centro de Arte Reina Sofia di Madrid, il KW / Institute for Contemporary Art Berlin, Villa Romana Firenze, Tallinn Art Hall.