UNCOVERED 2012 - QUALITIES

a cura di Michela Pelizzari e Federica Sala
12.04 > 28.04.2012

Dopo l’edizione del 2010, che svelava dettagli e retroscena degli oggetti in mostra raccontandone i processi produttivi, il gruppo, in parte rinnovato, - costituito da Line Depping e Jakob Jorgensen, Elisa Honkanen, Peter Johansen, Elia Mangia, Simone Simonelli - si riunisce questa volta a Careof per confrontarsi intorno alle qualità del design. Quali caratteristiche conferiscono all’oggetto lo status di ‘design di qualità’? Durata nel tempo, accessibilità, funzionalità, impatto ambientale, innovazione, contenuto emozionale? Ciascun progettista elabora i propri valori progettuali definendo differenti idee di ‘qualità’.

Come sottolineano i danesi Line Depping e Jakob Jorgensen: «l’attuale crisi finanziaria non consentirà più i livelli di crescita e di consumo degli ultimi anni e renderà più complicato l’approvigionamento di risorse. Ci attendono sfide ambientali oltre che finanziarie, alle quali dobbiamo tutti far fronte. Per noi designer questa sfida è particolarmente impegnativa; dobbiamo riflettere su come prestare maggiore attenzione nel proporre nuovi oggetti. Di che cosa abbiamo realmente bisogno? Di cosa possiamo privarci? Quali scelte sono realmente responsabili dal punto di vista ambientale?»

Anche per Elia Mangia il contesto economico attuale pone il designer di fronte all’esigenza di elevare i parametri di qualità. «Più in generale, non credo si possa ricondurre ad un preciso requisito la qualità finale di un oggetto. La sua realizzazione è un processo complesso e articolato, non il risultato di un atto creativo isolato e solitario» dove sono fondamentali «il rigore e la coerenza adottate in fase di realizzazione, la caparbietà nella cura dei dettagli, la capacità di interagire con tutte le professionalità coinvolte nel processo».

Se Elisa Honkanen affronta progettazione e realizzazione muovendosi tra qualità del dettaglio, funzione e risultato estetico, Peter Johansen svuota le linee degli oggetti dal superfluo per proporre pezzi che, nella loro semplicità, racchiudono l’integrità di un progetto studiato in ogni dettaglio.
Nell’interrogarsi sulla qualità dei prototipi rispetto ai prodotti presenti sul mercato del furniture design, Simone Simonelli risponde alle abitudini contemporanee concentrandosi sul microliving, dove oggetti e spazi sono chiamati ad assolvere molteplici funzioni, tra il contenere e l’abitare.

www.design-uncovered.com

Line Depping, nata a Funen (Danimarca) nel 1979, vive e lavora a Copenhagen [www.linedepping.dk].
Elisa Honkanen, nata a Imatra (Finlandia) nel 1972, vive e lavora a Milano [www.elisahonkanen.com].
Jakob Jørgensen, nato a Nyborg (Danimarca) nel 1977, vive e lavora a Copenhagen [www.jjoergensen.dk ].
Peter Johansen, nato a Copenhagen (Danimarca) il 1974, vive e lavora a Copenhagen. [www.peterjohansen0501.dk ].
Elia Mangia, nato a Milano nel 1976, vive, insegna e lavora a Milano [www.eliamangia.com].
Simone Simonelli, nato ad Ascoli Piceno nel 1980, vive, insegna e lavora tra Milano e Bolzano [www.simonesimonelli.it].

---

con il contributo del Comune di Milano e di Fondazione Cariplo

---

[Elia Mangia, Critter, 2012, ph. Francesco Jodice]



Line Depping e Jacob Jorgensen, <i>Table</i>, 2012<br/>1400 mm x 750 mm x h 740 mm, acero, ph. Kira Winther Jakob Jørgensen, <i>Bookcase</i>, 2012<br/>1800 mm x 400 mm x h 2100 mm, rovere, ph. Kira Winther Line Depping, <i>Shelf</i>, 2012<br/>780 mm x 325 mm x h 1100 mm, alluminio anodizzato, frassino, ph. Kira Winther Elisa Honkanen, <i>Purist</i>, 2012<br/>49 cm x 45 cm x h 80,5 cm (seduta 45,5 cm), compensato, neoprene Elisa Honkanen, <i>Cut</i>, 2012<br/>41 cm x h 66 cm x 8 cm, rovere, specchio, bronzo
Elisa Honkanen, <i>Papercut</i>, 2012<br/>ø 35 cm, h 40 cm ca, carta Elia Mangia, <i>Peacock</i>, 2012<br/>20,5 cm x 18,5 cm x h 22 cm, faretto a Led, legno di Robinia e acciaio lucidato a specchio e cromato, ph. Francesco Jodice Elisa Mangia, <i>Critter</i>, 2012<br/>240 cm x 65 cm x h 91 cm, legno massello di frassino, acciaio inox, ghisa, ph. Francesco Jodice Simone Simonelli, <i>Maisonette</i>, 2012<br/>dimensioni variabili, legno di ontano massiccio trattato con vernice naturale, tondino di ferro opaco, ph. Castellan Curzio Uncovered 2012 - Qualities
Uncovered 2012 - Qualities Elia Mangia, <i>Critter</i>, 2012 veduta dello spazio espositivo durante l'inaugurazione inaugurazione veduta della sala espositiva durante l'inaugurazione